Salmone con crema e semi di finocchio

INEVIDENZAciak-salmone-finocchi

Regia di Ravanella

rava-chef

 

 

 

Protagonisti 

  • 150 gr di salmone fresco
  • 1 finocchio
  • Olio
  • Sale q.b.
  • Una manciata di semi di finocchio

 
ingredienti-salmone-finocchi
“Sceneggiatura” della crema di finocchio

Prendete il finocchio, dividetelo in 4 parti, da lavare bene sotto l’acqua corrente.
In una pentola portate a ebollizione l’acqua, salate e lessatevi il finocchio. Testate la cottura con una forchetta.
Riducete il finocchio con un frullatore ad immersione in purea, aggiungendo un goccio di acqua di cottura e/o un filo d’olio. Il composto non deve risultare troppo denso, ma neanche troppo liquido. Qualora lo fosse, rimettetelo sul fuoco lasciando evaporare l’eccesso di acqua per qualche minuto.
Non aggiungete aromi e spezie, così da lasciare inalterato e dominante il sapore del finocchio.

“Sceneggiatura” del salmone

Prendete il trancio di salmone, sciacquate anche questo sotto acqua corrente e, dopo averne ricoperto la superficie con una manciata di semi di finocchio, mettetelo a cuocere in una padella con un filo d’olio, di cui potete fare a meno, qualora abbiate a disposizione una buona padella antiaderente. Il pesce, infatti, rilascia i propri grassi durante la cottura. Se volete sfumate con del vino bianco e lasciatelo evaporare. Aggiungete un pizzico di sale. Potete alternativamente cuocere il trancio di pesce nel forno a 180 gradi per una ventina di minuti, facendo attenzione, durante la prima metà cottura, a coprirlo in superficie per evitare che bruci all’esterno e rimanga crudo all’interno. I tempi di cottura sono indicativi, pertanto regolatevi in base alle vostre esigenze. Per la cottura in forno, potete anche preparare il salmone in cartoccio.

“Montaggio” del piatto

Versate la crema di finocchio sul fondo e adagiate sopra il trancio di salmone. Per la decorazione potete utilizzare le foglie del finocchietto da spargere qua e là nel piatto. Dopodiché non resta che mangiare!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *