Ghiaccioli di acqua inquinata di Taiwan in mostra con “Polluted Waters Popsicles”

FOTO©Polluted Waters Popsicles Project/IBERPRESS
FOTO©Polluted Waters Popsicles Project/IBERPRESS

Un ghiacciolo all’acqua inquinata del lago di Taiwan: non una mostra da gustare, ma da vedere. Vedere dentro le acque inquinate di Taiwan, dove mozziconi di sigarette nuotano tra polveri sottili, oli, rifiuti e cartacce. E non mancano i ghiaccioli dai colori sgargianti a causa degli scarichi industriali. Si tratta della mostra Polluted Waters Popsicles, in programma a Taipei dall’1 al 24 settembre, ideata da tre studenti di Design di Taiwan. Alla NationalTaiwan Universityof the arts, sono esposti 100 gusti, fatti con le acque di 100 fonti acquifere inquinate di Taiwan, raccolte da fiumi, canali, laghi e porti. Ognuna si erge sul classico stecco di legno. I ghiaccioli originali sono ricreati con resine al fine di esporli, e confezionati in bustine di plastica dove è riportata l’origine dell’acqua. Lo scopo del progetto è di sensibilizzare, soprattutto i più giovani, ai problemi legati all’inquinamento delle acque in seguito alla rapida crescita economica e all’urbanizzazione. E di conseguenza viene naturale anche un ragionamento sulle materie prime utilizzate dell’industria alimentare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *