Codice europeo contro il cancro: 2. ambienti smoke free

bus le tabac je veux plus le sentir

Buttati i pacchetti di sigarette e le buste di tabacco siamo a posto con il codice europeo anticancro? No. Il secondo punto è chiaro sulla questione:

Non consentite che si fumi in casa vostra.
● sostenete le misure contro il fumo nel vostro ambiente di lavoro.

Insomma, per il codice europeo anticancro non basta smettere di fumare, bisogna anche che gli Zeno Cosini, che proprio non riescono nell’impresa, prendano coscienza di quanto il loro fumo faccia male anche agli altri. Per questo il fumo non dovrebbe entrare all’interno delle abitazioni e dei luoghi chiusi, ma anche aperti (poi mi spiego meglio). In genere, infatti, come ha dimostrato uno studio pilota del 2002 condotto dal dottor Roberto Boffi, responsabile della struttura semplice dipartimentale di fisiopatologia respiratoria dell’Istituto nazionale dei tumori di Milano,  che ha misurato in tempo reale il particolato fine prodotto da fumo di sigaretta negli ambienti indoor, le concentrazioni di particolato indoor rilevate sono molto elevate, superiori di alcuni ordini di grandezza ai limiti di legge per l’outdoor. Entrando nello specifico, lo studio aveva esaminato in tempo reale la concentrazione di polveri sospese totali (tsp) e delle polveri fini ultrafini pm10, pm7, pm 2.5 e pm1 che si liberano nell’aria di una stanza per l’accensione di una singola sigaretta, e quella rilevata in un locale pubblico dotata di aree riservate fumatori/non fumatori indipendenti. Le concentrazioni di particolato indoor dovute al fumo di sigaretta erano risultate superiori fino a 100 volte rispetto ai limiti di legge per l’outdoor. In breve, il fumo inquina l’ambiente, immaginate cosa fa al nostro organismo.

Misurazione in tempo reale il particolato fine prodotto da fumo di sigaretta negli ambienti indoor

Misurazione in tempo reale del particolato fine prodotto da fumo di sigaretta negli ambienti indoor.

Dallo stesso studio è emerso che una sola sigaretta accesa in una stanza di 30 m³  inquina 15 volte più di un diesel. Uno studio italiano, la cui enorme portata ha trovato pubblicazione nelle pubblicità progresso degli autobus di Ginevra. Sia mai sui nostri, meglio la pubblicità nemmeno di un biscotto, bensì di un biscottone, dato che lo zucchero fa proprio bene. Affinché la casa risulti smoke free i fumatori non devono rientrare tra l’altro prima di 180 secondi perché gli studi hanno rivelato che per ben tre minuti esaliamo ancora residui di tabacco. Per lo stesso motivo è inutile fumare alla finestra, al finestrino della macchina o sull’ingresso del balcone.
ancora non siete convinti della relazione fumo passivo-tumori? Allora parlino prima le statistiche che dicono che il fumo dei genitori aumenta il rischio di tumori infantili:

I bambini nati da genitori che hanno fumato (padre e/o madre, durante il periodo di preconcepimento e/o gravidanza) corrono un rischio significativamente più alto di epatoblastoma. Una meta-analisi di 11 studi ha, inoltre, trovato un’associazione tra il tabagismo paterno pre-concepimento e la leucemia infantile. (IARC Monograph n°100)

Poi i grafici che mettono in evidenza la relazione che corre tra tumore al polmone/ tumore al seno e fumo.

Fumo-tumore-polmone

Fumo-tumore-polmone

Rischio relativo di cancro del polmone in funzione del consumo di sigarette e dell’esposizione professionale a sostanze cancerogene per l’apparato respiratorio.

Fumo-tumore-mammella

Rischi associati al consumo di 20 sigarette al giorno per 20 anni.

 

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. 17 novembre 2014

    […] dissimile alla curva del tabacco, ma non agli stessi livelli di importanza, si dimostra che chi è obeso muore di più: i grandi […]

  2. 19 novembre 2014

    […] Anche l’ambiente dove si vive deve essere “smoke free”. Supporta politiche smoke free sul luogo di […]

  3. 2 aprile 2017

    […] il fumo sia una delle cause di sviluppo di tumore si sa, lo dichiara anche il Codice europeo anticancro. Ma non soltanto ai polmoni. SIUrO ( Società Italiana di Urologia Oncologica ) presso l’Ospedale […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *