crackers semintegrali: spuntino da viaggio ideale

IMG_0243

Nascono nel 1800 per affrontare i lunghi viaggi in mare, visto che, fatti soltanto di acqua e farina, non si deterioravano. I crackers costituiscono ancora oggi uno spuntino leggero ottimo per i viaggi. Per renderli ancora più salutari, noi li prepariamo con farina semintegrale tipo 2 macinata a pietra. Può essere di farro, integrale di frumento, di grano duro, oppure una miscela di farina tipo 2 di frumento, avena e grano saraceno. A queste varietà va aggiunta a poco, a poco una quantità d’acqua che varia a seconda dell’assorbimento della farina.

 Ingredienti

300 g di farina tipo 2

3 g  di sale marino integrale

1 cucchiaino di cremortartaro

60 ml di olio extravergine d’oliva

a piacere: 1 cucchiaio di semi di sesamo e girasole o di curcuma

Mescolare bene in una ciotola farina sale e lievito cremortartaro, che può essere sostituito da un cucchiaino di bicarbonato di sodio. Quando l’impasto raggiunge una consistenza elastica e morbida, ma non appiccicosa. Aggiungere gli altri ingredienti, per chi volesse dividendo in impasti diversi. Lasciare riposare in forno ventilato a 190° per qualche minuto.
Dividere l’impasto in due parti uguali. Stenderne  a uno spessore di circa 1 mm metà con un mattarello ben infarinato e direttamente su un foglio di carta da forno. Con un coltello o una rotella tagliare in tanti rettangoli o, servendosi di una tazzina o un bicchierino, in cerchi. Fare lo stesso con l’altra parte di impasto. Infornare e cuocere per 15-20 minuti in forno, girandoli a metà cottura. Conservare per un massimo di tre settimane, in un barattolo di latta ben chiuso e al riparo da umidità e calore.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *