Capelli: si sta come d’autunno

alga-Hijiki
L'alga Hijiki

È vero che per un capello bianco strappato, ne crescono 7? Assolutamente no. Il primo mi è spuntato a 18 anni, lo tolgo dalla prima volta che l’ho individuato e ancora non c’è stata la candida moltiplicazione!
E uno spavento può far incanutire di colpo? Buuuu.

Guardatevi allo specchio… I capelli sono bianchi? Qualora la risposta fosse no, state tranquilli: non soffrite di alopecia areata, caduta dei capelli che colpisce soltanto quelli scuri, lasciandovi letteralmente in bianco. Un altro mito da sfatare: le tinte – se fatte bene – non rovinano il capello, anzi lo proteggono da aggressioni come phon (non usare mai caldo), o piastre da usare esclusivamente su capelli asciutti.
Questi i falsi miti, ma passiamo alle certezze. In primis, sappiate che la caduta dei capelli è normale e giornaliera: cadono 50 capelli al dì, in autunno e primavera anche di più. E non c’è da preoccuparsi se si pensa che ne abbiamo da 80mila a 150mila.
La stagione autunnale vede un aumento della caduta per l’esposizione estiva del cuoio capelluto al sole che li danneggia. Il ciclo dei capelli, infatti, dura tre mesi, e per questo motivo in autunno non cadono soltanto le foglie, ma anche i capelli. Anche dopo il parto se ne perdono di più, perché durante la gravidanza si ferma il ciclo dei 90 giorni di rigenerazione dei capelli, quindi nei primi mesi di vita del neonato, la mamma perde quelli che non ha perso nei nove mesi precedenti. La situazione si aggrava nelle mamme che allattano, le quali possono soffrire una carenza di ferro.

Che la salute dei capelli sia strettamente collegata agli stili di vita, lo dimostra la forfora, una vera e propria patologia dermatologica (dermatite seborroica), scatenata da stati emozionali, che si può curare usando prodotti appositi, che non contengano parabeni, o derivati del petrolio. Conta poi seguire una sana alimentazione che garantisca l’apporto di vitamina C e D e oligoelementi, che favoriscono la disponibilità del ferro.

Rimedi alimentari contro la caduta dei capelli

Le alghe

Sono ottimi integratori di vitamine e minerali. E sono un alimento cui il nostro corpo è abituato, facendo parte sin dall’antichità della nostra cultura. Queste “verdure di mare”, facilmente e a caro prezzo reperibili nei punti vendita di prodotti biologici, si possono aggiungere a minestre, zuppe, sughi, oppure servire come contorni in abbinamento ad altre verdure. Tra le tante alghe in commercio l’alga Hijiki risulta essere particolarmente indicata per rendere i capelli forti, lucidi ed elastici, oltre ad avere un elevato contenuto di calcio (1400 milligrammi ogni 100 grammi di alga Hijiki). Per rafforzare i follicoli piliferi e le radici nel cuoio capelluto se ne raccomandano pochi grammi al giorno, mentre per coloro che soffrono di patologie tiroidee, l’utilizzo delle alghe non è consigliato, per l’elevato contenuto di iodio.

 Il miglio

In commercio sono diffusi diversi integratori a base di miglio, ma ricordate che, affinché le sostanze nutritive di un alimento siano efficaci devono “lavorare” tutte insieme; per questo motivo è inutile assumerle in forma di integratori, soprattutto se la materia prima si può consumare in diversi modi, uno migliore dell’altro. Con il miglio potete farci colazione, preparare “risottini”, minestre o squisite polpette.

Lozione di olio di sesamo e zenzero

Riattiva le funzioni dei vasi sanguigni capillari e la circolazione in genere. Emulsionare in parti uguali olio di sesamo e succo di zenzero. Pettinate i capelli, dividendoli in ciocche e frizionare sulla cute. Lasciare agire per 30 minuti e lavare. Preparatevi da soli il succo di zenzero, estremamente caro nei negozi biologici. La soluzione è molto efficace anche nei mal di testa e contro la forfora.

Ecco come si fa:
togliere allo zenzero la buccia con il pelapatate, grattugiare, raccogliendo la polpa in una garza, che chiuderete e strizzerete sopra una ciotola di dimensioni adatte. Estrarre il succo, che verserete in una bottiglietta di cordiale, da conservare in frigo. Agitare bene prima dell’uso.

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. claudia 46 scrive:

    io soffro di alopecia da stress. in autunno di solito ho un po’ di sfibramento. in realtá la curo solo con trattamenti naturali (all’olio di argan o all’avena, ad esempio) e quando l’alopecia si vede troppo applico le fibre di cheratina(le Toppik sono molto buone) per nascondere l’inestetismo

  1. 9 gennaio 2015

    […] d’ogni sorta, da quelle in cucina alle ustioni estive, e come lozione con olio di sesamo per rinforzare i capelli. Ma ancora non vi abbiamo detto delle straordinarie proprietà dell’impacco. Giornate di gelo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *