Nuova etichettatura per latte e formaggi

latte

Da  oggi i prodotti lattiero-caseari hanno una nuova etichettatura: scatta l’obbligo di indicare l’origine di latte e formaggi. Il provvedimento si applica al latte vaccino, ovicaprino, bufalino e di altra origine animale e segue l’entrata in vigore del decreto ‘Indicazione dell’origine in etichetta della materia prima per il latte e i prodotti lattieri caseari’, in attuazione del regolamento UE firmato dai ministri delle Politiche Agricole Maurizio Martina e dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.15 del 19 gennaio 2017. Si tratta di un passo fondamentale per un paese tra i maggiori importatori di prodotti lattiero-caseari. “La situazione – sottolinea la Coldiretti – è più variegata per yogurt e formaggi anche perché il provvedimento prevede che sarà possibile, per un periodo non superiore a 180 giorni, smaltire le scorte con il sistema di etichettatura precedente anche per tenere conto della stagionatura”. Con la nuova etichettatura si intende combattere il falso made in Italy. Le nuove diciture utilizzate saranno le seguenti:

    • Paese di mungitura’: nome del Paese nel quale è stato munto il latte’ e
    • Paese di condizionamento o trasformazione‘, ossia il nome del Paese in cui il prodotto è stato condizionato o trasformato il latte.

Qualora il latte o il latte utilizzato come ingrediente nei prodotti lattiero caseari sia stato munto, confezionato e trasformato nello stesso Paese, l’indicazione di origine può essere assolta con l’utilizzo di una sola dicitura, come ‘Origine del latte: Italia‘. Se le fasi di confezionamento e trasformazione avvengono nel territorio di più Paesi, diversi dall’Italia, devono essere indicati tutti i paesi, a seconda della provenienza.
Sono esclusi dalla nuova etichettatura soltanto i prodotti Dop e Igp che hanno già disciplinari relativi anche all’origine e il latte fresco già tracciato.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 22 luglio 2017

    […] una posizione di prestigio. Abbiamo avanzato una nuova legislazione per riso e pasta. opo la nuova etichettatura per i prodotti lattiero-caseari, i decreti firmati dal ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina e di quello dello […]

  2. 20 ottobre 2017

    […] per impedire di spacciare come made in Italy i prodotti ottenuti da allevamenti stranieri. È scaduto il termine di 180 giorni che era stato concesso. La Coldiretti invita i consumatori italiani a verificare che l’obbligo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *