Cancro: la sua storia di nutrizione

granchio

Si tratta di una storia antica il cui termine trova paternità nel padre della medicina occidentale Ippocrate. Le ramificazioni che caratterizzano i tumori gli fecero associare alla forma della patologia quella del granchio (karkinos, in greco), aggrappato agli organi o alle ossa. In particolare, Ippocrate parla del tumore alla mammella, che “con prolungamenti radiati e vene dilatate simili a chele, appare come un granchio”. Nel V secolo, dunque, la malattia, seppure rara, era già nota. Mentre in Egitto sul papiro di Kahun del 1800 a. C. vengono descritte tumefazioni che parrebbero però riconducibili a tumefazioni ed escrescenze dovute alla lebbra o addirittura a vene varicose, nel più antico testo di medicina cinese, il Canone di medicina interna dell’imperatore giallo, di cancro non se ne parla. Da studi effettuati su molti reperti scheletrici e mummie poi, i casi di tumore rilevati sono rarissimi. Inoltre, la bassa diffusione della patologia tumorale riscontrata nei reperti di fossili umani fa presumere che i casi di neoplasie  nell’antichità fossero pochi. Ne consegue che una delle principali cause di insorgenza dei tumori nella società moderna è da ricercarsi nei fattori carcinogeni ambientali. Diventeranno male del secolo a partire dal XVII secolo, ossia in coincidenza con la Rivoluzione industriale e alimentare. Stanislaw Tanchou, nel 1830 circa, osservò che a Parigi le morti per cancro ammontavano a circa il 2% delle morti complessive. La formula dello scienziato francese per predire il rischio di cancro si basa sul consumo di grano nelle principali città europee: maggiore è il grano consumato, più aumenta la mortalità per cancro. “È possibile che la causa del cancro sia dovuta al nostro allontanamento dai cibi naturali?” Si chiede Michio Kushi nel saggio La dieta per la prevenzione del cancro. Alimentazione e macrobiotica nella lotta contro il cancro. E risponde

Senz’altro sembrerebbe così a qualcuno proveniente da Marte, ma noi abbiamo vissuto per così tanto tempo di cibi raffinati, carenti in vitamine e sali minerali, che ora ci troviamo in uno stato di alimentazione squilibrata praticamente fin dalla nascita… Noi siamo arrivati a considerare i nostri alimenti raffinati come un marchio di civiltà, mentre è un dato di fatto che proprio questi alimenti preparano il terreno ad ogni sorta di malattie, cancro compreso”.

 

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. 21 settembre 2014

    […] gambe in spalle, lo raggiungo e spendo tutto quello che ho nel portafoglio. Perché, come per il cibo, gli articoli industrialmente raffinati non mi piacciono e in via Stazio per oggi la parola […]

  2. 24 settembre 2014

    […] e un’alimentazione sana fin dall’infanzia. Premesso che è l’ennesimo riconoscimento di una relazione tra patologie tumorali e cattiva alimentazione, si aprono una serie di scatole cinesi e la mia domanda è: come farete a ridurre il numero di […]

  3. 5 ottobre 2017

    […] narrato la storia del tumore, ma oggi, nuove scoperte la ampliano. Oggi un nuovo studio dimostra che il tumore esisteva nel […]

  4. 18 dicembre 2017

    […] corre ancora più indietro nel tempo con la storia del tumore. A riaprirla sono state due mummie dell’antico Egitto. Si tratta di un bambino di nove anni e […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *