La superluna esce allo scoperto

nevermind

Alla fine per le stelle non c’è stato niente da fare, perché la Luna, al calar del sole ancora timida, ha brillato tanto da oscurarle tutte. Eppure sicuramente qualcuna è caduta. La superluna invece no: è rimasta lì in alto a mostrarsi in tutta la sua bellezza, senza temere competitori, rimasti di pietra a mirarla. E come una vera star s’è fatta attendere ancora per qualche giorno. Per il ritardo non si dovrebbe chiamare Lorenzo, ma a noi dei santi poco importa, interessano le lettere e le liquide che scorrono dolci, come dolce è l’attesa, dolcissima la sua fine. E anche il sole oggi s’è fatto da parte per lasciare spazio a una ninna nanna di pioggia malinconica pronta a cullare ancora un po’ nell’acqua il marinaretto, così preparato ad attraversare fiumi e mari. Non sentono niente i bambini nella pancia delle mamme: il liquido amniotico li affonda nel silenzio. Parlate loro pure se vi pare, ma – per fortuna – non vi ascolteranno. Voi sentireste una sola parola sott’acqua, pure non conoscendo nemmeno la lingua che gli stranieri là fuori stanno usando? Vi parlerete e ascolterete una volta fuori. Forse.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. 12 settembre 2014

    […] per farsi un libro in casa, lezioni di degustazione di vino, corsi per donne, quelle in attesa e le neomamme guidate allo svezzamento naturale, alla donna alle prese con il ciclo mestruale, fino alle signore […]

  2. 13 settembre 2017

    […] pulito. Ma cosa mangiano i bambini del 2017? Ho chiesto a mia sorella di visionare il menù di mio nipote, iscritto al primo anno d’asilo. Tutte le vaccinazioni fatte. La seconda portata due volte a […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *