In forma per contrastare il sovrappeso

piazza_armerina_ragazze-in-bikini-

Con le prime giornate di sole, tutti iniziano a preoccuparsi se si supererà o meno la prova costume. Iniziano a mettersi a dieta, nella mia palestra ricompaiono i desaperecidos e le iscrizioni sono aumentate vertiginosamente. Tuttavia, bisognerebbe pensare alla linea durante tutto l’anno, in quanto è importante per la salute mantenersi sempre snelli seguendo per l’intero corso dell’anno una dieta salutare e bisognerebbe praticare costantemente attività fisica.
Non è facile stabilire una regola universalmente valida su quanto si dovrebbe pesare. Il peso ideale varia in base a una serie di fattori dati dalla struttura ossea, dalla muscolatura, dalla quantità di massa magra, fattori caratteristici individuali e non generalizzabili. Un culturista, in base al peso sulla bilancia, potrebbe definirsi un ciccione, invece quei chili che paiono di troppo sono massa magra e quindi buona.
Nonostante ci sia molta preoccupazione e volontà di piacere, negli ultimi anni, i casi di sovrappeso sono aumentati. Gli obesi rappresentano il 7% degli uomini italiani, le donne il 6%. Gli uomini in soprappeso sono il 40% , le donne il 25% circa. Le complicazioni e le patologie associate al soprappeso sono svariate: dislipidemie, gotta, ipertensione, malattia coronarica, osteoartrosi, ipotiroidismo o sindrome di Cushing, ecc. Anche fattori endocrini e metabolici, come un rallentato metabolismo basale possono provocare il sovrappeso.
Alcuni farmaci, come certi antidepressivi e i cortisonici concorrono all’aumento di peso.
E poi ci sono i fattori psicologici: ansia, depressione, noia, rabbia, tristezza.
Parrebbe non esserci scampo e invece, prima di tutto bisogna evitare le cause più facilmente ovviabili, come la dieta e la pratica di attività fisica. Anche perché seguendo questi due accorgimenti gli altri fattori si indebolirebbero.
Una volta che l’alimentazione è stata corretta si può cominciare un buon programma di attività fisica per tonificare il corpo. Bisogna procedere per gradi, in base alla propria resistenza e alla propria preparazione. Un allenamento costante, anche praticato per soli 20 minuti tutti i giorni dà i suoi risultati, senza caricare troppo il fisico. La corsa è un ottimo modo per perdere peso stando all’aria aperta. Ma senza ricorrere alla corsa, basterebbe ogni giorno fare almeno mezz’ora di passeggiata veloce. Anche una ginnastica fatta  in casa può essere un ottimo aiuto, l’importante è che sia praticata con regolarità e senza arrecarsi danni. Per esempio, in quanti sanno fare bene gli addominali? Io vedo certi esercizi malfatti in palestra. E poi ci si lamenta del mal di schiena. Presto Spappy ci darà una dimostrazione sulla perfetta esecuzione degli addominali. Per gli amanti dell’acqua, il nuoto è un vero toccasana, coinvolge tutti i muscoli del corpo e si potrà scegliere il proprio stile preferito.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 17 aprile 2018

    […] sempre una patologia più diffusa non soltanto in Italia, ma a livello mondiale: dal 1975 a oggi il numero di bambini obesi sul pianeta è decuplicato. Le […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *